ECOGRAFIA CLINICA NELLE MALATTIE INFETTIVE

Benvenuto!

Questo incontro affronta in maniera approfondita la tematica dell'utilizzo dell'ecografia nella pratica clinica infettivologica, non solo per le patologie (ad es. malattie epatiche) in cui il ruolo di tale metodica diagnostica è conosciuto e ben codificato, ma in generale nell'approccio clinico alle patologie infettive e da infezione che costituiscono oggi una parte preponderante dell'attività clinica nei reparti di malattie infettive. Verranno pertanto affrontati:

- il ruolo dell'ecografia nella gestione delle patologie infettive epatiche, come gli ascessi e l'echinocococcosi e nella diagnosi differenziale con le altre patologie epatiche;
- il ruolo dell'ecografia nelle patologie ad etiologia infettiva con interessamento sistemico (tubercolosi, infezioni del paziente oncoematologico, sindromi mononucleosiche) con particolare rilevanza all'infezione da HIV/AIDS ed alle sue manifestazioni nei diversi distretti (fegato milza addome torace linfonodi)
- il ruolo dell'ecografia nelle pneumopatie infettive, nelle endocarditi, nelle patologie infettive addominali e nel paziente settico
- il ruolo dell'ecografia nella gestione delle infezioni ortopediche

Le lesioni frontali delle diverse sessioni saranno integrate dalla discussione di casi clinici, con presentazione di abbondante materiale iconografico ecografico correlato ai singoli casi a scopo didattico e formativo.
Una sessione sarà dedicata alla valutazione non invasiva della fibrosi epatica nei pazienti con epatite cronica virale, in cui l'ecografia ha un ruolo di rilievo, in relazione anche all'introduzione di nuove metodiche ecografiche come ARFI, allo scopo di puntualizzare il ruolo attuale di tali metodiche ed il significato attuale della biopsia epatica, oltre che alle modalità di esecuzione ed alla gestione delle complicanze di quest'ultima.

Spartaco Sani


Deadline iscrizione
22/03/2014


Crediti ECM:
14